logo-ny-def

Chai

Per aiutarci a trovare stabilità nei giorni di primavera, possiamo crearci un'abitudine quotidiana (o più d'una!) a cui affidarci per mantenere una regolarità nelle nostre giornate.

Tabella dei Contenuti

Condividi questo post

Secondo l’Ayurveda, Kapha (terra e acqua) è il dosha legato alla primavera, anche se questa stagione non ne riflette necessariamente le qualità primarie (stabilità e terrosità). La primavera, infatti, porta con sé sbalzi di temperatura (e di umore?), è il periodo in cui si scioglie la neve, vi sono grandi quantità di pioggia e, di conseguenza, è la stagione della rinascita e della crescita.

Per aiutarci a trovare stabilità nei giorni di primavera, possiamo crearci un'abitudine quotidiana (o più d'una!) a cui affidarci per mantenere una regolarità nelle nostre giornate.

Oggi vi proponiamo la ricetta di una bevanda comunemente conosciuta come chai. Il chai aiuta a riportare in equilibrio i tre dosha nel nostro corpo (Vata, Pitta, Kapha), e incoraggia la nostra energia a fluire nella giusta direzione, stimolando il fuoco digestivo nel tratto gastrointestinale e aiutando l’assimilazione dei nutrimenti e l’eliminazione degli scarti.

Il chai è ottimo da bere per colazione e come sostituto per uno spuntino a metà pomeriggio. La preparazione può essere modificata per soddisfare le preferenze e le esigenze di ognuno.

Ricetta CHAI Tridoshico (4 porzioni)

  • 700 ml di acqua
  • 4 chiodi di garofano
  • 1/8 cucchiaino di noce moscata, macinata
  • 1/8 cucchiaino di cannella, macinato
  • 1/8 cucchiaino di cardamomo, macinato
  • circa 1 cm di radice di zenzero fresco, tritato finemente
  • 1 cucchiaino di tè nero (va bene anche il decaffeinato)
  • 1 tazza di latte (a scelta)
  • 2 cucchiaini di zucchero (a scelta)

Preparazione

  1. Portare l’acqua a ebollizione
  2. Aggiungere le spezie, far bollire per 2 minuti.
  3. Aggiungi il tè nero e fai sobbollire per 2 minuti.
  4. Aggiungere il latte e scaldare fino a ritornare a temperatura, appena prima dell’ebollizione.
  5. Aggiungere lo zucchero e mescolare (e sbattere un po’ se si vuole ottenere un po’ di schiuma)
  6. Servire immediatamente.

A seconda della costituzione doshica individuale e del clima della giornata, aggiungere o rimuovere ingredienti, come latte e zucchero che aumentano Kapha. Il tè alla caffeina può provocare Pitta, quindi l’aggiunta di un pizzico in più di Cardamomo e Zucchero può aiutare a neutralizzare le qualità acute e calde della caffeina.

John V. Riccio